Logo EventINopera
Logo EventINopera

Ville per Matrimoni in Toscana

Wedding Planner | Matrimoni in Toscana | Location > Ville d'Epoca Prato

Ville per Matrimoni in Toscana

Wedding Planner | Matrimoni in Toscana > Prato e dintorni...

Locationn Matrimoni in Toscana, Villa del Mulinaccio e Villa San Gaudenzio

Ville per Matrimoni in Toscana, Villa del Mulinaccio e Villa San Gaudenzio

VILLA DEL MULINACCIO

Location Matrimonio a Prato
Villa padronale del XV secolo, diventò poi sede dell’omonima fattoria dei signori Vai di Prato e prese il nome da un vecchio mulino alimentato dalle acque che scendevano dai monti di Schignano.

A costruirla fu Cosimo Sassetti tra la fine XV e gli inizi del XVI secolo su un edificio preesistente, ma un secolo dopo (1609) nella proprietà subentrarono gli Strozzi, che mantennero la proprietà fino al 1661, l'anno in cui vendettero il Mulinaccio ai signori Vai, che ne conservarono la proprietà fino all’estinzione della famiglia, nel 1941.

All’edificio cinquecentesco, a partire dal 1722 fu aggiunta l’ala meridionale, la cappella di S.Antonio Abate in barocchetto pratese e il giardino murato con Ninfeo, fino al corpus settentrionale di epoca ottocentesca che creò il cortile centrale ricavato dalla copertura in pietra locale dell’antico margone a servizio di mulino e frantoio idraulico.

Gli spazi
L’edificio è in sostanza costituito da due corpi: il nucleo cinquecentesco e l’ampliamento settecentesco. Per quanto concerne il nucleo cinquecentesco esso fu costruito al tempo dei Sassetti (a partire dalla fine del XV secolo, a lato del Selvatico. La facciata rinascimentale di questo che fu il palazzo di campagna dei Sassetti ha linee severe, con finestre rettangolari e portale centinato in pietre lavorate a bugne lisce, sormontato da stemma e fiancheggiato da quattro finestre inginocchiate, replicate anche sul lato meridionale, di gusto secentesco.
Nell’interno si accede ad un ampio salone e ad altre sale adiacenti, con soffitti lignei e mensole lavorate (XVI secolo): al piano superiore altri interessanti locali ove sono state per secoli conservate le grandi carte geografiche di Filippo Sassetti, viaggiatore nelle Indie orientali (morto a Goa nel 1588). A questo personaggio è dedicata la Sala Sassetti al piano nobile della villa, con una raccolta bibliografica dei suoi scritti. I locali sottostanti il nucleo cinquecentesco della villa, con caratteristici soffitti a volta, erano originariamente adibiti a cantina, contenente botti di rovere o di castagno di Slovenia, con antichi strettoi mediante i quali si stringevano le vinacce.

I giardini
Al giardino si accede dal cortile meridionale attraverso la caratteristica scalinata dei cavalli. Davanti al prospetto cinquecentesco della villa del Mulinaccio si stende uno spalto erboso, ricondotto a prato, con vasca ottogonale, che si apre a terrazza sulla valle.
Sull’ala meridionale, a costeggiare il fosso di S.Paolo si trova il settecentesco Giardino Murato con Ninfeo, un tempo giardino all’italiana con aiuole e conche di limoni. L’elegante Ninfeo, alto e slanciato, ad emiciclo a tre nicchie fra lesene binate, è ornato di decorazioni realizzate con pietre spugnose (i caratteristici “spugni” di Savignano, raccolti lungo il torrente Nosa nell’Area Protetta della Calvana).

    Capienza
  • Ricevimenti in Villa (120 posti sale interne, 250 parco esterno)
  • Ricevimento in Tinaia (200 posti sale interne, 200 giardino esterno)
  • Sale per Conferenze: 2 (1 capacità 80 posti, 1 capacità 150 posti)
  • Spazi Espositivi: 4 (1 mq 90, 1 mq 24, 1 mq 48, 1 mq 38)

    Dotazioni delle sale
  • Amplificazione elettronica
  • Attrezzatura per proiezioni
  • Palco
  • Passerella Moda
  • Allestimento stand espositivi


Villa per Matrimonio in Toscana San Gaudenzio

VILLA SAN GAUDENZIO

Matrimonio alle porte di Prato
In un contesto paesaggistico di grande fascino, nella campagna toscana alle porte di Prato, Villa San Gaudenzio è una splendida dimora rinascimentale che risale alla metà del XV secolo e che oggi diventa la suggestiva cornice per ospitare i vostri eventi e cerimonie. Si raggiunge direttamente dalla strada Vaiano – Sofignano. Risale alla metà del XV secolo, appartenne ai Buonamici di Prato che ne curarono l’ampliamento inglobando anche edifici medievali: fu luogo di villeggiatura con un giardino all’italiana, grande prato antistante la villa e a settentrione per raggiungere il Selvatico in forma di labirinto. Qui furono ospiti Agnolo Firenzuola ed altri famosi personaggi nelle amicizie della famiglia Buonamici, tra cui Galileo Galilei che amava il vino qui prodotto: a lui Ranieri Buonamici dedicò la Vigna delle Veneri restaurata nel 1841. I proprietari sono discendenti dei Buonamici fondatori della villa.

Spazi disponibili e capienza
Entrando nel cancello della villa si trova la piccola chiesa padronale che anticipa il giardino. Lo splendido loggiato e l'elegante fabbricato sono contornati da un prato sempre verde e curato.

All'interno si trovano due grandi sale: la prima può ospitare fino a 130 persone ed era la mangiatoia dei cavalli, rustica in pietra ,la seconda, più elegante, può contenere fino a 100 persone e si apre sul parco alberato adatto ad organizzare l'aperitivo.

Altri spazi
Il grande parcheggio della villa sarà messo a vostra completa disposizione e chiuso durante il ricevimento per assicurare a voi e ai vostri ospiti completa privacy e sicurezza.

...Seguici anche sulla nostra fan page: